Cos’è l’ecocolorDoppler delle arterie renali?

A cosa serve?

L’ecocolorDoppler delle arterie renali è un tipo di ecografia vascolare che permette lo studio morfologico e funzionale delle arterie renali. Con questo esame è possibile, pertanto, valutare sia il diametro e lo spessore di parete delle arterie renali (studio morfologico), sia la velocità e la direzione del flusso ematico all’interno di esse (studio funzionale).

Come viene eseguito?

L’ecocolorDoppler delle arterie renali viene eseguito con la stessa sonda ecocardiografica adoperata per un normale ecocardiogramma transtoracico. L’esame avviene generalmente in concomitanza allo studio dell’aorta addominale. Il paziente viene fatto distendere sul lettino ecocardiografico in decubito supino. La sonda ecocardiografica è orientata in modo da seguire l’intero decorso le arterie renali fino al punto in cui entrano nel rene. L’identificazione delle vene renali, che decorrono molto vicine alle arterie, può essere di aiuto ad identificarle. Nei pazienti obesi, con molto gas intestinale o con cicatrici mediane dell’addome, si possono avere delle difficoltà ad individuare le arterie renali. Il paziente, perciò, deve seguire una dieta povera di fibre ed assumere farmaci antimeteorici nelle ventiquattro ore che precedono l’esame. L’ecocolorDoppler delle arterie renali consente di diagnosticare restringimenti (stenosi) di una o entrambe le arterie renali,che possono essere responsabili di ipertensione arteriosa secondaria (nefrovascolare). L’esame permette di rilevare le placche attraverso il caratteristico aumento di velocità del flusso ematico, valutato tramite Doppler pulsato (PW Doppler). La stenosi di un’arteria renale solitamente è di origine degenerativa aterosclerotica, ma può riconoscere altre cause, quali la displasia fibromuscolare e l’origine congenita. I restringimenti su base aterosclerotica sono localizzati nel primo tratto dell’arteria renale. Le stenosi secondarie alla displasia fibromuscolare, sono, invece, localizzate nella parte media dell’arteria renale ed in prossimità dell’entrata nel rene. Si tratta di una malattia che colpisce i soggetti più giovani, generalmente di sesso femminile. Esiste poi la possibilità di diagnosticare stenosi delle arterie renali di origine congenita (molto rare). La diagnosi di stenosi dell’arteria renale in pazienti ipertesi permette di prescrivere la più corretta terapia, evitando i farmaci controindicati in queste condizioni.

Può avere effetti collaterali? C’è bisogno di consenso informato?

L’ecocolorDoppler delle arterie renali è un esame sicuro perché utilizza ultrasuoni e non radiazioni ionizzanti. Pertanto non è necessario alcun consenso informato e l’esame può essere eseguito su qualunque paziente, per tutte le volte che sia necessario. L’obesità, il meteorismo intestinale e le cicatrici addominali possono rendere non diagnostico l’esame, mentre la gravidanza non ne consente l’esecuzione.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 94 Media: 3]

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 94 Media: 3]